Piazza Affari sbanda dopo ritorsione Iran vs Usa, salgono Eni e titoli difensivi


Piazza Affari parte in deciso calo complice l’escalation delle tensioni tra Stati Uniti e Iran dopo la notizia dell’attacco da parte dell’Iran sferrato contro due basi in Iraq, come risposta alla morte del generale Qassem Soleimani ordinata da Donald Trump. Si tratta delle basi di Erbil e al-Asad, che ospitano militari americani e italiani. Donald Trump su Twitter ha scritto che si stanno ancora valutando le vittime e i danni.

Il Ftse Mib cede lo 0,65% a quota 23.564 punti. Sul parterre di Piazza Affari si segnala l’ascesa moderata dei titoli oil in scia al rialzo del prezzo del greggio. Eni sale dello 0,37%, +0,2% Saipem. Tra i segni più anche alcuni titoli difensivi quali Italgas (+0,47%) ed Enel (+0,07%).


Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer

Lascia un commento