La produzione di petrolio in Venezuela cala ai livelli del 1934


La produzione di petrolio in Venezuela cala ai livelli del 1934

AGI – La produzione petrolifera venezuelana è crollata a giugno a meno di 400.000 barili al giorno, in una nuova battuta d’arresto che la riporta ai livelli del 1934. Lo ha riferito l’Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (OPEC). L’offerta del Paese si è attestata lo scorso giugno a 356.000 barili al giorno (bd), secondo il rapporto mensile dell’Opec, in calo del 37,5% rispetto ai 570.000 bd di maggio. L’industria petrolifera venezuelana, che ha avuto un picco di produzione di 3,7 milioni di barili al giorno nel 1970, è tornata ai livelli del 1934, quando il Paese si stava lasciando alle spalle un’economia sostanzialmente agricola.

Secondo i dati ufficiali, le sue esportazioni di greggio sono state in media di 373.390 miliardi di dollari in quell’anno, quando contava un decimo dei 30 milioni di abitanti di oggi. Nel bel mezzo della pandemia COVID-19, che ha raggiunto un Venezuela colpito da iperinflazione e sei anni consecutivi di recessione, “il reddito da esportazioni di petrolio sarà il più basso degli ultimi 70 anni almeno”, ha detto all’AFP l’economista Josè Manuel Puente, professore presso il Public Policy Center dell’Istituto di Studi Superiori in Amministrazione (IESA). Il calo è drammatico tanto più per un paese che dipende fortemente dai proventi del petrolio. Solo durante uno sciopero petrolifero tra il dicembre 2002 e il marzo 2003 le cifre della produzione furono nferiori a quelle degli ultimi otto decenni.

L’offerta …

 

 

La produzione di petrolio in Venezuela cala ai livelli del 1934

visita la pagina 

#2