Pronto il ddl negozi: aperti 26 domeniche l’anno, deroga per 4 festività

Arriva in commissione Attività produttive alla Camera il testo base sui negozi frutto dell’intesa tra M5S e Lega: si parte da 26 aperture domenicali su 52 e chiusura degli esercizi commerciali nelle 12 Festività nazionali, ma con una deroga per 4 giorni di apertura da stabilire su scelta delle Regioni. Altra deroga per i centri storici e i negozi “di vicinato” che potranno rimanere aperti tutto le domeniche dell’anno, eccetto le festività. Per le zone turistiche (mare, laghi, montagna) le 26 domeniche potranno essere concentrate in alta stagione. Per chi viola le nuove norme sono previste sanzioni amministrative da 10mila a 60mila euro, con raddoppio in caso di recidiva. I proventi saranno reinvestiti in azioni per contrastare l’abusivismo commerciale e per il decoro urbano.

Il testo, depositato in commissione alla Camera dal relatore Andrea Dara (Lega), arriva a una mediazione tra le posizioni di partenza del M5s e della Lega: Di Maio puntava a tenere aperto il 25% degli esercizi commerciali, mentre Salvini proponeva un tetto di 8 aperture l’anno tra domeniche e festivi.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer