Qualla sindrome giapponese che attanaglia l’Europa

Soffriamo tutti il mal giapponese? Dalla crisi finanziaria dei primi anni ’90, l’economia giapponese non è più riuscita a decollare. Il Pil è tornato solo nel 2016 ai livelli del 1996. E, per metà di questi venti anni, l’inflazione del Sol Levante è stata sotto zero: neanche potenti iniezioni di spesa pubblica e tassi d’interesse stracciati sono riusciti a scacciare, in modo risolutivo, l’ombra della deflazione. E’ un quadro che ha echi inquietanti in tutto l’Occidente.

Gli economisti si esercitano. Robert Gordon sostiene che i tassi di sviluppo che abbiamo conosciuto dall’alba della rivoluzione industriale sono ormai esauriti, il doping dei robot ancora non si vede e dobbiamo rassegnarci al lento tran tran dei secoli precedenti. Un altro autorevole economista, Larry Summers, è tornato a proporre la tesi della “stagnazione secolare” che avvilupperebbe tutti i paesi avanzati. Se Gordon guarda alla tecnologia e agli…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer