Quei miliardi riciclati dalle banche dei quattro Paesi «frugali» che temono le frodi


Quei miliardi riciclati dalle banche dei quattro Paesi «frugali» che temono le frodi 
Il progetto di Recovery Fund europeo da almeno 500 miliardi proposto da Francia e Germania continua a trovare l’opposizione dei quattro Paesi cosiddetti “frugali”: Austria, Danimarca, Olanda e Svezia. Si oppongono al fatto che si punti su trasferimenti a fondo perduto e chiedono che invece si tratti di prestiti da rimborsare, condizionandoli a piani di riforme che i Paesi beneficiari dovrebbero poi implementare per rendere il debito pubblico sostenibile.Il principio di fondo della bozza di proposta dei “quattro” è l’opposizione alla prima vera mutualizzazione del debito in Europa. Per la Ue si tratterebbe di una vera svolta che la Germania di Angela Merkel si è decisa a perseguire, anche su spinta degli industriali tedeschi, per accelerare nell’integrazione europea e per non rischiare che la crisi dell’Italia e del suo debito pubblico finiscano per travolgere l’intero progetto dell’euro.I quattro Governi dei più piccoli Paesi…

Quei miliardi riciclati dalle banche dei quattro Paesi «frugali» che temono le frodi

visita la pagina

Lascia un commento