RBA lascia tassi invariati allo 0,25%: prevede disoccupazione al 10%, crollo Pil -10%


La RBA – Reserve Bank of Australia, banca centrale australiana – ha lasciato i tassi di interesse invariati allo 0,25%.

Dal comunicato emerge che l’economia globale sta facendo fronte a una “grave crisi” e che i tassi australiani non saranno aumentati fino a quando gli obiettivi di inflazione e occupazione non saranno centrati.

“L’economia australiana sta attraversando un periodo molto difficile – recita il comunicato – e c’è molta incertezza sull’outlook”.

Il funzionamento del mercato dei bond, comunque, “è migliorato” e la banca centrale ha ridotto la frequenza e la quantità degli acquisti di bond, anche se “è preparata a intensificare di nuovo gli acquisti (nell’ambito del suo piano di Quantitative easing), in caso di necessità”.

L’RBA continua a paventare uno scenario fosco per l’economia australiana…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer