Rc auto: Ivass, -3,4% a/a in 1* trim a 392 euro, -5,2% a marzo


Il prezzo effettivo medio della garanzia Rc auto per il primo trimestre è di 392 euro, in diminuzione del 3,4% su base annua (circa 14 euro). Lo rende noto l’Ivass precisando che la riduzione si riscontra in corrispondenza del crollo delle nuove immatricolazioni (-85%) e dei passaggi di proprietà (-62%) conseguenti all’emergenza sanitaria.

L’analisi mensile evidenzia infatti che il prezzo effettivo per l’Rc auto si è contratto a marzo del 5,2%, mentre nei mesi di gennaio e febbraio si era ridotto rispettivamente del 2,6 % e del 2,8%.

Dal bollettino statistico Iper relativo al primo trimestre emerge altresì che il 50% degli assicurati paga meno di 352 euro e il 10% meno di 219 euro; i prezzi della garanzia r.c. auto continuano ad essere molto eterogenei tra le province: il differenziale di premio tra Napoli e Aosta è pari a 222 euro (468 euro rispetto a 246 euro), anche se in flessione del -5,7% su base annua; nell’ultimo anno sull’intero territorio italiano non vi sono stati aumenti del premio medio, tuttavia al Sud il livello medio dei prezzi è ancora generalmente superiore rispetto al resto del Paese; gli assicurati di età inferiore a 25 anni in classe (CU) 1 pagano 275 euro in più rispetto agli assicurati di età compresa tra i 45 e i 59 anni e 290 euro in più rispetto agli ultrasessantenni.

Il tasso di penetrazione della scatola nera è del 22,2%, in crescita di oltre un punto percentuale.

vs

Rc auto: Ivass, -3,4% a/a in 1* trim a 392 euro, -5,2% a marzo 

Il prezzo effettivo medio della garanzia Rc auto per il primo trimestre è di 392 euro, in diminuzione del 3,4% su base annua (circa 14 euro). Lo rende noto l’Ivass precisando che la riduzione si riscontra in corrispondenza del crollo delle nuove immatricolazioni (-85%) e dei passaggi di proprietà (-62%) conseguenti all’emergenza sanitaria.

L’analisi mensile evidenzia infatti che il prezzo effettivo per l’Rc auto si è contratto a marzo del 5,2%, mentre nei mesi di gennaio e febbraio si era ridotto rispettivamente del 2,6 % e del 2,8%.

Dal bollettino statistico Iper relativo al primo trimestre emerge altresì che il 50% degli assicurati paga meno di 352 euro e il 10% meno di 219 euro; i prezzi della garanzia r.c. auto continuano ad essere molto eterogenei tra le province: il differenziale di premio tra Napoli e Aosta è pari a 222 euro (468 euro rispetto a 246 euro), anche se in flessione del -5,7% su base annua; nell’ultimo anno sull’intero territorio italiano non vi sono stati aumenti del premio medio, tuttavia al Sud il livello medio dei prezzi è ancora generalmente superiore rispetto al resto del Paese; gli assicurati di età inferiore a 25 anni in classe (CU) 1 pagano 275 euro in più rispetto agli assicurati di età compresa tra i 45 e i 59 anni e 290 euro in più rispetto agli ultrasessantenni.

Il tasso di penetrazione della scatola nera è del 22,2%, in crescita di oltre un punto percentuale.

vs