Reddito cittadinanza al via tra 15 giorni con Inps e Anpal senza vertici e Regioni in trincea

Il conto alla rovescia per il reddito di cittadinanza è partito: dal 6 marzo i cittadini potranno cominciare a inviare le domande che potranno essere presentate presso Caf, Poste o attraverso il portale redditodicittadinanza.gov.it. Una macchina complessa con numeri imponenti (saranno coinvolti potenzialmente 3,5 milioni di italiani) che parte con i due motori principali di questa operazione – Inps e Anpal (L’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro) – senza i nuovi vertici. E con le Regioni che gestiscono i centri per l’impiego sul piede di guerra.

GUARDA IL VIDEO – Reddito di cittadinanza, ecco i requisiti per ottenerlo

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer