Reddito cittadinanza, Di Maio: Poste Italiane stamperà le tessere, nessun “giallo”

Sul reddito di cittadinanza «non c’è nessun giallo, da due settimane ho dato ordine al mio staff di lavorare con Poste per tutto, inclusa la stampa delle tessere». Così il vicepremier Luigi Di Maio, a Bruxelles per partecipare al suo primo Consiglio Ue competività e per incontrare alcuni commissari, smentisce l’esistenza di un “caso” intorno alle tessere per il reddito di cittadinanza sulle quali la sottosegretaria all’Economia Laura Castelli, durante un’intervista con Lilli Gruber, non aveva saputo dare risposte precise. Sul reddito minimo garantito Di Maio incassa il sostegno della Commissione Ue, che però invita il governo italiano ad affrontare «il nodo del finanziamento» dello schema.

«Vediamo se parte veramente questa procedura Ue» ha detto poi vicepremier parlando di manovra. «Il tema non sono numerini ma i cittadini», ha spiegato, «credo che nel dialogo Ue ma senza tradire gli italiani» perchè «anche a noi interessa ridurre il debito».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer