Reddito cittadinanza e pensioni, il Decretone al Senato slitta a domani

Ad un passo dalla scadenza di venerdì 29 marzo slitta l’approdo in Aula al Senato del “Decretone” su Reddito di cittadinanza e pensioni. La Conferenza dei capigruppo riunitasi questa mattina ha spostato dalle 12 di oggi alle 9.30 di domani mattina l’esame da parte dell’Assemblea in terza lettura dopo le modifiche apportate al testo dalla Camera il 21 marzo scorso.

In giornata a palazzo Madama si voteranno le pregiudiziali al Dl 4/2019, poi lo stop dell’Aula per dare tempo alle commissioni Lavoro e Bilancio di terminare l’esame del provvedimento. Gli emendamenti presentati sono 117 (nessuno dell’opposizione). Ma il decreto è “blindato”, e il via libera – con probabile voto di fiducia – potrebbe arrivare già domani. In evidenza, nel calendario dei lavori settimanali del Senato, anche il Ddl sulla legittima difesa, anche questo in terza lettura.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer