Reddito cittadinanza, scontro sui navigator: incontro Di Maio-Regioni

L’oggetto principale del braccio di ferro governo-regioni sull’attuazione del reddito di cittadinanza sono i navigator, i 6mila “coach” che il ministro Luigi Di Maio ha intenzione di selezionare tra marzo e aprile (con colloqui e valutazione titoli), chiamati ad affiancare i percettori di reddito di cittadinanza nella ricerca attiva di un impiego.
Per le regioni, che nel pomeriggio incontreranno Luigi Di Maio, non sono chiari i loro compiti e, soprattutto, come si relazioneranno con gli operatori dei centri per l’impiego, che sono gestiti direttamente dalle autonomie. A differenza dei 6mila navigator invece che dovrebbero essere assunti, con contratto di collaborazione, da Anpal Servizi.

Il tema è delicato visto che le regioni lamentano, a gran voce, l’inerzia dell’esecutivo a sbloccare le assunzioni aggiuntive promesse negli anni. Parliamo di 1.600 persone in più e 4mila nuovi operatori che non si riescono ad assumere perché il ministero del Lavoro non ha ancora emanato i provvedimenti attuativi (chiamati a dare il “la” ai concorsi regionali).

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer