Reddito di cittadinanza: 500 beneficiari per ogni addetto, oltre 800 al Sud

Nei 501 centri per l’impiego sparsi in tutta Italia lavorano oggi circa 8mila operatori. Di questi, solo 4.981 (1.835 al Nord, 1.143 nel Centro Italia e 2.003 al Sud) sono specializzati e qualificati per gestire la “presa in carico” dei circa 2,5 milioni italiani e stranieri in età lavorativa e sotto la soglia di povertà che potrebbero beneficiare del reddito di cittadinanza. In pratica, a partire dal 6 marzo, ogni operatore del centro per l’impiego dovrebbe quindi occuparsi mediamente di oltre 500 potenziali beneficiari del reddito di cittadinanza, che salgono addirittura a 815 unità se si considera solo il Sud, mentre il Nord Ovest la quota è di 729 unità.

GUARDA IL VIDEO: Reddito cittadinanza, online il sito: domande per il sostegno al reddito dal 6 marzo

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer