Reddito di cittadinanza, l’obbligo di accettare un lavoro scatta con salario oltre 858 euro

MILANO – I percettori del Reddito di cittadinanza dovranno accettare una offerta di lavoro, ma solo se il salario sarà di almeno 858 euro al mese, ovvero 78 in più del beneficio massimo previsto dal sussidio.

A mettere nero su bianco questa ulteriore specifica nella norma è un emendamento M5S al decretone, approvato dalla commissione Lavoro del Senato. Nel testo si precisa infatti che l’offerta è congrua se la retribuzione è “superiore di almeno il 10 per cento del beneficio massimo fruibile da un solo individuo, inclusivo della componente ad integrazione del reddito dei nuclei residenti in abitazioni in locazione”. Il beneficio massimo per un singolo è di 780 euro, 500 a integrazione del reddito e 280 per l’affitto.

CALCOLA SE IL TUO STIPENDIO E’ GIUSTO

In attesa dell’approdo, da lunedì, in Aula al Senato, la Commissione ha limato…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer