Reddito di cittadinanza, l’offerta di lavoro va accettata entro un anno anche se è la prima

ROMA – Ultime modifiche per il decreto sul reddito di cittadinanza che, ha confermato oggi il vicepremier Luigi Di Maio, verrà approvato dal Consiglio dei ministri del prossimo giovedì.

Tra le principali modifiche, una stretta sull’obbligo di accettare la proposta di lavoro che arriva dal centro per l’impiego. Decade, infatti, non solo chi “rifiuta una offerta congrua dopo averne già rifiutate due” ma anche chi “rifiuta un’offerta congrua dopo il dodicesimo mese di fruizione del beneficio, indipendentemente dal numero di offerte precedentemente ricevute”. Una norma che ribadisce il legame tra l’indennità e il percorso obbligatorio di reinserimento lavorativo del beneficiato.

La carta attraverso la quale viene erogato il reddito di cittadinanza consentirà inoltre anche di fare un bonifico mensile per l’affitto. Spuntano inoltre una serie di “misure non monetarie ad integrazione del reddito di cittadinanza”, tra le quali…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer