Renault-Nissan verso la separazione definitiva

Renault-Nissan verso la separazione definitiva. Secondo il Financial Times, i dirigenti di Nissan avrebbero infatti accelerato i piani di emergenza per una possibile divisione dalla Renault dopo la fuga di Carlos Ghosn dal Giappone. Le discussioni preliminari per una separazione includono una divisione totale dei settori engineering e produzione, oltre alle modifiche al consiglio di amministrazione di Nissan, secondo il britannico FT.

Lo stesso presidente della Renault Jean-Dominique Senard, che dovrebbe annunciare diversi progetti relativi all’alleanza nelle prossime settimane, aveva espresso dubbi sulla continuazione della partnership franco-giapponese quando sostituì Ghosn l’anno scorso.

La fuga di Ghosn
Da ricordare la recente rocambolesca fuga di Ghosn dal Giappone in Libano. Due settimane dopo essere diventato il fuggitivo più famoso del mondo, Ghosn ha attaccato il sistema giudiziario giapponese: «Sono stato brutalmente portato via dal mio mondo così come lo conoscevo», ha detto a Beirut l’ex capo della Nissan Motor Co. e della Renault SA, intervenendo in conferenza stampa per la prima volta dal suo arresto per crimini finanziari più di un anno fa. «Sono stato strappato alla mia famiglia, ai miei amici, alle mie comunità e a Renault, Nissan e Mitsubishi».

Nuove partnership?
Secondo il giornale inglese, entrambe le case automobilistiche dovrebbero a questo punto cercare nuovi partner in caso di scissione completa. Da non dimenticare che a fine maggio, Fca aveva annunciato la proposta di fusione con Renault: all’epoca le quotazioni di Borsa prese come riferimento ai fini dell’aggregazione vedevano la casa italo americana valutata 18 miliardi e il gruppo francese 15 miliardi. John Elkann, a stretto giro, ha poi ritirato l’offerta per il venir meno delle condizioni. Di recente poi l’accordo di Fca con l’altro grande gruppo francese Peugeot.