Revoca della scorta a Sandro Ruotolo. Di Maio: assurdo

«Per me è una cosa assurda la revoca della scorta a Sandro Ruotolo. Oggi torno a Roma e mi informerò per capire cosa sia successo». Dice così il vicepremier Luigi Di Maio in merito al provvedimento del Viminale di revoca della scorta del giornalista minacciato dalla camorra più volte in passato per le sue inchieste.

«Se non ci sono rischi per Sandro non devo dirlo io ma i tecnici. Allora okay. Ma se invece è stata fatta una scelta imprudente, Ruotolo merita la scorta perché lui è uno di quei giornalisti di questa terra che si è battuto nella lotta alla criminalità organizzata e alla camorra».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer