Agenzie

Russia-Cina: rafforzano cooperazione con costruzione impianto polimeri

La Russia ha avviato la costruzione di uno dei più grandi impianti di polimeri al mondo, che produrrà componenti in plastica destinati al mercato cinese, a dimostrazione del rafforzamento dei suoi legami economici con Pechino.

L’opera da 11 miliardi di dollari è l’ultima di una serie di grandi progetti tra Russia e Cina che, dopo anni di rivalità e sospetti reciproci, stanno ampliando il loro partenariato economico e politico.

L’anno scorso, il commercio bilaterale tra le due Nazioni ha raggiunto un record di oltre 110 miliardi di dollari. La Cina ha investito miliardi nei grandi progetti di gas russi nell’Artico, mentre la Russia è diventata uno dei principali fornitori di petrolio della Cina.

Situato nell’Amur, vicino al confine con la Cina nell’Estremo Oriente russo, il progetto è sviluppato dalla società petrolchimica russa Sibur Holding, in collaborazione con il gigante energetico cinese Sinopec Group, che dovrebbe acquisire una quota del 40% nel complesso. Secondo Sibur, la società energetica statunitense Chevron Phillips, insieme alle aziende chimiche occidentali Linde PLC, Univation Technologies LLC e LyondellBasell Industries NV, si uniranno come partner tecnologici.

Si prevede che l’impianto produrrà 2,3 milioni di tonnellate di polietilene e 400.000 tonnellate di polipropilene, alcuni dei polimeri più comuni che si trovano in tutto, dalle bottiglie di plastica alle parti di automobili.

Oggi il primo ministro russo, Mikhail Mishustin, e altri funzionari hanno supervisionato la posa del primo palo delle fondamenta dell’impianto tramite collegamento video dal cantiere. Si prevede che circa 30.000 persone saranno impiegate al culmine della costruzione, e la struttura dovrebbe essere completata entro il 2024. “Questo è uno dei più grandi progetti di investimento in Russia, che porta vantaggi strategici all’industria del gas e al Paese in generale”, ha detto Mishustin.

Lo scorso anno la Russia ha iniziato a fornire gas naturale alla Cina attraverso il gasdotto Power of Siberia di 1.800 miglia. A marzo, il presidente russo, Vladimir Putin, ha incaricato la compagnia energetica statale Gazprom di iniziare a lavorare sui progetti per il Power of Siberia 2. Gazprom prevede di triplicare le consegne di gas alla Cina, a 130 miliardi di metri cubi, pari a quasi la metà dell’attuale domanda di gas cinese.

La collaborazione Russia-Cina è decollata dopo che Mosca è stata isolata e sanzionata dall’Occidente per la sua annessione della penisola di Crimea nel 2014, e da allora è stata estesa ad aree come l’esercito, la tecnologia e la finanza. Mosca e Pechino hanno inoltre cercato di ridurre la loro dipendenza dal dollaro.

cos

   

(END) Dow Jones Newswires

August 18, 2020 09:45 ET (13:45 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.

Grafico Azioni Plc (BIT:PLC)
Storico
Da Lug 2020 a Ago 2020 Clicca qui per i Grafici di Plc
Grafico Azioni Plc (BIT:PLC)
Storico
Da Ago 2019 a Ago 2020 Clicca qui per i Grafici di Plc
Show More

Articoli simili

Back to top button