Economia

Russia esclusa dal futuro G20? La risposta di Draghi scatena l’ira di Putin

This content has been archived. It may no longer be relevant

#economia

di Marco Galluzzo

Il Premier riferisce la posizione degli indonesiani, che ospiteranno il vertice. E cita un proverbio («quando gli elefanti lottano, l’erba soffre») per domandare più condivisione

Dal nostro inviato
GARMISH-PARTENKIRCHEN — La morale di una riunione con un programma condizionato pure dal Cremlino, dal timing di lancio dei missili sull’Ukraine, prende forma nelle parole di Mario Draghi alla fine dei lavori. Il primo ministro rammenta un proverbio africano, nel corso degli anni ’80 andava di moda «quando ero alla Banca Mondiale». E semplice, ma aderisce alla perfezione alla situazione geopolitica e internazionale: «Diceva che quando gli elefanti lottano e l’erba che soffre».

Al G7 che si chiude hanno partecipato pure Paesi cosiddetti «minori»: dall’Argentina al Sudafrica, dall’Indonesia al Senegal, sino all’India. E tutti, ci tiene a rimarcare il capo del governo, hanno un atteggiamento «abbastanza neutrale» sulla guerra, ma pure perché finora «non sono stati avvicinati». Invece dalla discussione e emerso che «desiderano essere coinvolti». L’insegnamento del proverbio può essere declinato così, conclude Draghi: «Se i Paesi si sentono erba soffrono, ed e difficile domandare loro di prendere parte».

Si può prendere parte alle sanzioni che finora non si sono applicate,


FIGN2373->> 2022-06-28 21:34:00

Show More