Ryanair,jv Alitalia-EasyJet non minaccia

Ryanair non teme un’eventuale joint venture tra EasyJet e Alitalia ed è convinta di vincere il ricorso contro la multa da 3 milioni di euro inflitta dall’Antitrust per la nuova tariffazione dei bagagli a mano.

A dirlo è stato il Chief commercial officer David O’Brien, arrivato a Milano per presentare l’orario invernale con cui la low cost irlandese punta a incrementare i passeggeri del 6%

La trattativa per salvare la compagnia italiana è, per O’Brien, “un processo difficile e non sarà rilevante per il nostro business model.

Penso che si stia provando a fare un’omelette senza rompere le uova”.

Dopo la manifestazione di interesse del 2017 “siamo ancora aperti a collaborazioni, però credo venga preferita quella con Airfrance o coi vettori tedeschi”.

Ryanair è disponibile “a fare da feeder sulle rotte domestiche”, cioè a convogliare i passeggeri verso gli hub, ma il core business della low cost “non è quello, bensì il ‘point to point'”

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer