Safilo: in 2019 perdita netta adj. migliora a 4 mln (-14 mln in 2018)


Safilo nel 2019 ha realizzato una perdita netta adj. pari a 4 mln, rispetto a una perdita di 14 milioni di euro nel 2018.

Le vendite nette crescono a 939 milioni di euro, +3,1% a cambi correnti e +0,9% a cambi costanti.

I ricavi del business wholesale sono in crescita del 2,8% a cambi costanti. L’Ebitda adjusted è pari a 51,8 milioni di euro (5,5% delle vendite), rispetto a 57,3 milioni di euronel 2018.

L’indebitamento netto di gruppo delle attività totali pari a 27,8 milioni di euro rispetto a 32,9 milioni di euro nel 2018.

Le poste non ricorrenti sono pari a 295,9 milioni di euro, principalmente dovute alla svalutazione non monetaria dell’intero avviamento compiuta nel primo semestre 2019 e al piano di ristrutturazione in Italia annunciato il 10 dicembre 2019.

I risultati economici 2018 includono un provento di 39 milioni di euro per la risoluzione anticipata del contratto di licenza Guc.

“Il mese di dicembre 2019 è stato un momento di svolta per il nostro gruppo, nel quale abbiamo annunciato l’acquisizione di Blenders, marchio californiano digitally native in rapida crescita, che entrerà a far parte del nostro portafoglio di marchi proprietari, diventando il principale motore di supporto per lo sviluppo delle nostre competenze e del nostro business Direct-to-Consumer”, ha spiegato Angelo Trocchia, a.d. di Safilo.

“Un fronte, quest’ultimo, che rappresenta un pilastro del Group Business Plan 2020-2024 che abbiamo presentato nello stesso mese di dicembre e che ci ha visti anche affrontare la necessità di dare un nuovo corso alla nostra organizzazione industriale, ridimensionando la capacità produttiva in Italia alle nostre future esigenze, salvaguardando la competitività e solidità finanziaria dell’azienda nel lungo termine.

Il 2020 è iniziato all’insegna della nostra nuova direzione strategica, con l’acquisizione a febbraio di Privé Revaux, un nuovo brand che va ulteriormente ad arricchire il nostro portafoglio di marchi proprietari e si inserisce a forte supporto della nostra strategia digitale incentrata sui Millennial, con l’obiettivo di rafforzare un modello di marketing focalizzato sul consumatore. Dopo un inizio d’anno molto promettente per tutti i nostri principali marchi di proprietà e licenze, stiamo affrontando ora le sfide poste dallo scoppio e dalla diffusione del coronavirus, monitorandone da vicino gli impatti e pianificando azioni di mitigazione”.

com/cce

Lascia un commento