Saldi al via in tutte le regioni. Confcommercio: acquisti per due italiani su tre


MILANO – Il conto alla rovescia verso i saldi è finito. Dopo la partenza anticipata in Sicilia, Basilicata e Valle d’Aosta le vendite a prezzi scontati sono partite oggi anche nelle altre regioni e secondo Confcommercio saranno quasi due italiani su tre quelli che faranno shopping. La percentuale di chi quest’anno farà acquisti durante il periodo dei ribassi rimane stabile al 61,8%, con le donne tra i 35 e i 44 anni e residenti soprattutto al Sud a farla da padrone. Sono loro infatti a rappresentare l’identikit del consumatore-tipo che approfitterà degli sconti per rinnovare il proprio guardaroba, stando all’indagine realizzata da Confcommercio Imprese per l’Italia in collaborazione con Format Research.

Tra i prodotti più gettonati, capi di abbigliamento (95,9%), calzature (82%), accessori (37%) e biancheria intima (30%). I negozi di fiducia o abituali si confermano il canale di acquisto preferito (56,1%), ma continua a crescere il web a cui ricorre il 21,3% dei consumatori (+2,4% rispetto al 2019), percentuale che sale al 44% per gli acquista dei prodotti di moda. Quello del web, spiega Confcommercio, è un successo legato prevalentemente a motivazioni di convenienza economica.
In ogni caso, che si tratti di acquisti nei negozi fisici o su Internet, sono sempre più numerosi i consumatori che giudicano positivamente qualità e varietà dei prodotti e che si sentono tutelati quando acquistano in saldo. Dal lato dell’offerta, solo un’impresa su 4 si aspetta un maggiore afflusso di clientela nel proprio punto vendita durante i saldi e risultano in leggero aumento le offerte di sconti tra il 30 e il 40% ed oltre il 50%.