Salvini lancia il manifesto per le europee: «Difendere il made in Ue»

«L’ambizione è di diventare il primo partito in Europa. Che cosa ne pensa Di Maio? Non commento, non seguo le polemiche locali». Il vicepremier Matteo Salvini ha scelto ancora Milano per il lancio della “Europa del buon senso”: una forza politica che raccolga tutte le sigle sovraniste su scala continentale, da Alternativa per la Germania al Raggruppamento nazionale di Marine Le Pen.

Al tavolo con lui Jörg Meuthen (Alternativa per la Germania),Olli Kyoto (i Veri finlandesi) e Andres Vistisen, leader del Partito popolare danese. Il manifesto programmatico, per ora, si ferma a una serie di linee comuni: difesa delle frontiere esterne («Noi sapremo come usare bene i 10mila uomini di Frontex», dice Salvini), difesa del Made in Europe («Bisogna rivedere i trattati che lo penalizzano»), maggiori poteri ai governi.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer