Salvini: manovre correttive sì ma per ridurre le tasse

ROMA (Reuters) – Manovre correttive “ce ne possono essere per ridurre ulteriormente le tasse”, non per garantire gli obiettivi di deficit alla luce del peggiorato quadro macroeconomico.

Lo dice il vicepremier e leader leghista, Matteo Salvini, registrando il programma Porta a Porta su Rai1.

I numeri provvisori del Pil del quarto trimestre 2018, la cui dinamica negativa era stata anticipata ieri dal premier Giuseppe Conte, certificano una contrazione di 0,2% nel periodo ottobre-dicembre dopo la caduta di 0,1% osservata nel mese precedente, la prima dopo quattordici trimestri consecutivi di espansione.

Il governo ha finora escluso di voler ridurre la stima programmatica di crescita pari a +1% nel 2019.

Il 24 gennaio a Davos il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, ha negato la necessità di interventi correttivi sul bilancio pubblico perché l’obiettivo di deficit al 2,04% del…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer