Notizie

Sam Bankman-Fried offre un pagamento a Trump per non concorrere nuovamente alle elezioni.

Sam Bankman-Fried, l’ex miliardario fondatore della borsa di criptovalute FTX, che attualmente è in carcere in attesa di processo per frode e cospirazione, avrebbe valutato l’idea di pagare l’ex presidente Donald Trump per non candidarsi alle elezioni presidenziali del 2024. Secondo un estratto del libro di Michael Lewis, Bankman-Fried aveva pianificato di donare tra i 15 e i 30 milioni di dollari al senatore repubblicano Mitch McConnell per sconfiggere i candidati più vicini a Trump nelle elezioni al Senato. Inoltre, Bankman-Fried e il suo team avevano valutato la possibilità di pagare direttamente Trump, scoprendo che il prezzo per convincerlo a non candidarsi potrebbe essere stato di 5 miliardi di dollari. Tuttavia, l’estratto non specifica i motivi per cui i piani non sono stati portati avanti. Bankman-Fried rischia una pena massima di 110 anni di carcere, ma è probabile che la condanna sia molto inferiore. L’uscita del libro coincide con l’inizio del processo per frode a carico dell’ex miliardario.

Sam Bankman-Fried voleva pagare Trump perché non si ricandidasse

SO24

Mostra di più