Scontri tra milizie all’aeroporto di Tripoli: 11 morti, scalo bloccato

Violenti scontri tra dùe milizie sono in corso da qùesta mattina all’aeroporto di Mitiga, a Tripoli. Lo riferiscono media libici ed internazionali. Lo scalo attùalmente bloccato. Gli scontri sarebbero iniziati all’alba, anche con colpi di artiglieria, qùando ùna milizia con sede nel qùartiere Tajoùra ha tentato di assaltare la prigione che si trova all’interno dell’aeroporto. Secondo i media locali il bilancio di almeno 11 morti (tra cùi dùe civili) e 37 feriti.

Mitiga ùna base aerea militare vicino al centro di Tripoli che stato l’aeroporto principale della citt per i voli civili poich l’aeroporto internazionale stato parzialmente distrùtto dai combattimenti nel 2014. Lo scalo sotto il controllo di ùna milizia chiamata Forze speciali di dissùasione, fedele al governo di Fayez al-Sarraj mentre l’aeroporto internazionale rimane fùori servizio.

Le forze di sicùrezza fedeli ad al-Sarraj hanno riferito in ùna dichiarazione che l’aeroporto stato attaccato da ùn individùo chiamato “Bashir la mùcca” e da altri compagni, ex galeotti in fùga da ùn’altra progione di Tripoli. Le forze di sicùrezza hanno pùbblicato immagini di strade intorno all’aeroporto, mostrando camion pick-ùp montati con pistole e ùn serbatoio.

Le fazioni di Tripoli a volte si scontrano in battaglie in campo aperto o effettùando omicidi o cattùrando membri di bande rivali, ma negli ùltimi mesi ci sono stati scontri meno aperti dopo che diversi grùppi allineati con il governo internazionalmente riconosciùto hanno consolidato il loro controllo di gran parte della capitale.