Sea: Brunini, +4,4% a/a passeggeri 2019


“Il 2019 è stato particolare perché c’è stato il Bridge (la chiusura di Linate per tre mesi, ndr). A livello di sistema Linate e Malpensa hanno registrato un aumento del traffico pari al 4,4% rispetto al 2018. È un dato che è superiore alla media nazionale del settore”.

Lo ha affermato l’a.d. di Sea, Armando Brunini, a margine della conferenza stampa “Turismo: strategie per il 2020”.

“Il traffico a Linate è calato a causa dello stop di tre mesi, mentre Malpensa è esplosa. Abbiamo calcolato che al netto del trasferimento dei voli di Linate, Malpensa è cresciuta del 9-10%”, ha detto ancora, sottolineando che “è il terzo anno consecutivo di crescita così elevata”.

Per quanto riguarda il 2020, “per l’industria del settore aereo ci sarà una crescita rallentata. Noi come Sea continueremo a crescere in modo meno veloce rispetto al passato sempre con dati superiori alla media nazionale”.

Secondo Brunini uno degli obiettivi del 2020 “è continuare a crescere sul fronte del voli intercontinentali. Ci sarà anche un incremento delle rotte e un consolidamento dei vettori low cost. Il traffico avrà una crescita meno impetuosa ma i passeggeri continueranno ad aumentare”.

In un’ottica di lungo periodo “le Olimpiadi 2026 saranno un evento importante per il Paese e per il nostro territorio. Dal nostro punto di vista il tema principale da affrontare è il miglioramento dell’accessibilità infrastrutturale dei nostri scali. Linate per quella data sarà collegata dalla metropolitana; su Malpensa ci sarà molto lavoro da fare. C’è una condivisione su 5-6 progetti alcuni dei quali riguardano il ferro”.

Lab