Criptovalute

A causa dell’estradizione, Alexander Vinnik sarebbe in viaggio verso gli Stati Uniti

Alexander Vinnik, il sospetto operatore di BTC-e, sarebbe stato estradato in America per rispondere a numerose accuse di riciclaggio di soldi mentre lavorava presso l’ormai defunto exchange di criptovalute.

Negli ultimi 5 anni, Vinnik e stato coinvolto in battaglie legali per il suo presunto ruolo di ideatore di BTC-e. Il crypto exchange avrebbe tratto profitto da svariate attività illecite che avrebbero utilizzato la piattaforma per riciclare circa 4 miliardi di $ (USA dollars) attraverso Bitcoin.

L’avvocato di Vinnik, Frédéric Bélot, ha riferito alla rete televisiva americana CNN del transito di Vinnik dalla Grecia agli Stati Uniti, dove dovrà fronteggiare una serie di accuse al tribunale del distretto settentrionale della California. Il cittadino russo e accusato di riciclaggio di soldi e di aver gestito un servizio finanziario senza licenza in America, oltre ad altre accuse.

Leggi il testo completo su Cointelegraph

A causa dell’estradizione, Alexander Vinnik sarebbe in viaggio verso gli Stati Uniti

seguito estradizione Alexander


FIMA2632#

Show More