Sì del Senato al Decretone reddito e pensioni

Via libera senza sorprese in Aula al Senato al decreto legge che istituisce il reddito di cittadinanza e disciplina la possibilità di andare in pensione con “quota 100”: le due misure bandire di M5S e Lega. I voti a favore sono stati 149, i contrari 110, gli astenuti 9. Dopo questo primo giro di boa parlamentare, il decreto legge n. 4/2019 passa all’esame della Camera dove sono state preannunciate modifiche sui nodi ancora aperti, in particolare il rafforzamento della tutela per le famiglie con minori e persone disabili.

Tra le novità introdotte al Senato sul RdC, un rafforzamento delle misure anti-furbetti e una maggiore tutela della privacy per rispondere alle criticità sollevate dal Garante. Sul versante previdenziale, tra le novità, c’è l’innalzamento da 30mila a 45mila euro del tetto per l’anticipo del Tfs tramite finanziamento bancario.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer