Sisma bonus, l’allarme degli esperti: “Una misura insostenibile”

Il sisma bonus non tiene conto della storia sismica del nostro paese e delle condizioni economiche di chi lo richiede e, per questo, è inefficace. A lanciare l’allarme sulla misura introdotta nel 2017 dal governo Gentiloni è un appello pubblicato a fine dicembre 2018 da diversi esperti di prevenzione sismica. Nel documento si chiede di modificare i criteri con cui viene assegnato il sisma bonus in base alle mappe di pericolosità sismica, stabilendo la priorità per gli interventi nelle aree a maggior rischio (dove i terremoti sono più duri e più frequenti) e sostenendo gli abitanti più disagiati che vivono in quei luoghi. A oggi l’appello ha avuto circa 140 adesioni tra cui quella del presidente dell’Ingv Carlo Doglioni.

Il rischio ignorato. Il sisma bonus prevede delle detrazioni sui redditi (dal 50 all’80%) per le spese sostenute dal primo gennaio 2017…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer