Slittano Regionali, Comunali e referendum sul taglio dei parlamentari


Slittano Regionali, Comunali e referendum sul taglio dei parlamentari

Lo slittamento di tre mesi delle elezioni regionali e delle comunali e di otto mesi del referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari inizialmente previsto per il 29 marzo. E’ quanto prevede la bozza di decreto-ter su cui sta lavorando il governo. “In deroga a quanto previsto dall`articolo 5, comma 1, della legge 2 luglio 2004, n. 165, gli organi elettivi delle regioni a statuto ordinario il cui mandato scade entro il 31 luglio 2020, durano in carica cinque anni e tre mesi”, si legge nella bozza. Le Regioni interessate sono Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Campania e Puglia. Il referendum sulle riforme costituzionali può invece slittare di 240 giorni. “In deroga a quanto previsto dall`articolo 15, primo comma, della legge 25 maggio 1970, n. 352 – si legge nella bozza – il termine entro il quale è indetto il referendum confermativo del testo legge costituzionale, recante: ‘Modifiche agli articoli 56 …


fonte

sito

Lascia un commento