Spagna: approvato aumento pensioni dello 0,9%

Il nuovo Governo di coalizione spagnolo ha approvato un aumento dello 0,9% delle pensioni da applicare retroattivamente dal primo gennaio, ha dichiarato il primo ministro del Paese, Pedro Sanchez, sottolineando che questa politica fornisce un chiaro messaggio ai pensionati e fa fronte alla perdita di potere d’acquisto degli ultimi anni.

L’aumento dello 0,9% corrisponde alla stima media dell’indice dei prezzi al consumo. Se l’inflazione aumentasse oltre lo 0,9%, i pensionati riceverebbero un pagamento unico con la differenza, con l’obiettivo di una rivalutazione delle pensioni, ha affermato Sanchez.

Dopo dieci mesi di campagne politiche e dibattiti, il premier ha affermato che è giunto il momento di agire. “La Spagna ha bisogno di un Governo che agisca, anticipando i problemi”, ha dichiarato Sanchez dopo la prima riunione del gabinetto dei ministri.

Gli obiettivi principali del nuovo Esecutivo saranno una “robusta” crescita economica puntando sulla scienza e l’innovazione e generando “occupazione di qualità”, nonché il dialogo territoriale, la riduzione delle disuguaglianze, una transizione verde “equa” e l’uguaglianza di genere, ha detto il primo ministro. “Ci sono molte aree in cui sono possibili accordi perché non ci sono divisioni incolmabili con l’opposizione”, ha dichiarato Sanchez.

Per quanto riguarda l’accordo sul bilancio, il premier ha affermato che il Governo deve andare “passo dopo passo” e ha aggiunto che “migliorare la giustizia sociale e gli standard di vita dei cittadini” è la priorità dell’Esecutivo.

Sanchez ha affermato che la coalizione ha la “ferma” intenzione di mantenere la promessa di aumentare il salario minimo, ripetendo che il suo obiettivo è quello di un aumento del 60% nei prossimi quattro anni.

cos