STM e il caso “raccomandazioni” del Ministro Tria

Di Mauro Speranza

Investing.com – Non si placa la polemica scoppiata su STM (PA:STM), con conseguenze anche sul titolo nella borsa di Milano.

L’azienda italo-francese impegnata nella produzione di componenti elettronici a semiconduttori resta al centro delle cronache anche politiche, con accuse al ministro Tria relativamente a presunti favoritismi alla consulente Claudia Bugno, componente del consiglio di amministrazione di STM.

La stessa Bugno ha deciso di rassegnare le proprie dimissioni dal Consiglio di amministrazione di STM, ma non dal ruolo di consulente ricoperto presso il Ministero dell’Economia dello stesso Giovanni Tria.

Bugno ha fatto parte tra il 2013 e il 2015 come indipendente del consiglio d’amministrazione di Banca Etruria.

Secondo il Movimento 5 Stelle, il ruolo di Bugno era a rischio conflitto di interesse…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer