Strage di Bologna, Mattarella: “Esigenza di piena verità e giustizia”. Conte: “Al fianco dei magistrati e dei familiari delle vittime”


Strage di Bologna, Mattarella: “Esigenza di piena verità e giustizia”. Conte: “Al fianco dei magistrati e dei familiari delle vittime” 

Ore 19 – iscriviti alla newsletter e
ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella.

“In occasione del quarantesimo anniversario della strage della stazione, che provocò ottantacinque deceduti e oltre duecento feriti, desidero – a distanza di pochi giorni dalla mia visita a Bologna e dall’appuntamento sul posto dell’attentato – riaffermare la vicinanza, la solidarietà e la partecipazione al dolore dei familiari delle vittime e alla città di Bologna, così gravemente colpiti dall’efferato e criminale gesto terroristico“. 40 anni dopo quel 2 agosto 1980 in cui le lancette dell’orologio nella sala d’aspetto della stazione bolognese si sono fermate alle 10.25, Il governatore della Repubblica Sergio Mattarella ribadisce con forza “il dovere della memoria, l’esigenza di piena verità e giustizia e la necessità di una instancabile opera di difesa dei principi di libertà e democrazia“. Parole condivise pure dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte: “Siamo al fianco dei familiari, di chi crede nello Stato, dei magistrati impegnati a squarciare definitivamente il velo che ci separa dalla verità. Lo dobbiamo alle 85 vittime innocenti, lo dobbiamo a noi stessi”, scrive su Twitter.

Vedi Pure

Strage di Bologna, familiari delle vittime: “Sconvolgente trattamento di…

seguici...sullo stesso argomento