Streaming, giochi e social: la Ue vara una “lenzuolata” di diritti per i consumatori

Nuovi diritti in arrivo per i consumatori europei che utilizzano app, giochi online, servizi in streaming di musica e video, cloud e social network. Nei giorni scorsi è infatti stata approvata una proposta di direttiva del Parlamento e del Consiglio Europeo che, per la prima volta, stabilisce diritti in un settore che fino ad ora era rimasto quasi impermeabile a regole chiare e, soprattutto, omogenee in tutto il continente. Regole che dovrebbero mettere un argine ad app che smettono di funzionare su telefoni che non siano di ultima generazione o servizi online utilizzabili solo su determinate piattaforme o sistemi operativi. O ancora, a social network che subiscono furti di dati senza che i suoi utenti possano essere risarciti in alcun modo.

Il testo si concentra sia sui servizi a pagamento sia su quelli gratuiti che, però, prevedono l’inserimento di diverse informazioni personali: i social network…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer