Sulla carta d’identità tornano «padre» e «madre» al posto di «genitori»

Addio alla parola “genitori”. Sulle carte d’identità dei minorenni torna la dicitura “padre” e “madre”. Il provvedimento è stato ufficializzato con la pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale. Nel provvedimento, firmato il 31 gennaio scorso dal ministero dell’Interno, da quello della Pubblica Amministrazione e da quello dell’Economia, il termine “genitore” viene sostituito dai più tradizionali “padre” e “madre” ogni qual volta si presenta nel testo che predispone le “modalità tecniche di emissione della carta d’identità elettronica”.

Si tratta di una modifica alla norma del 23 dicembre 2015 che lo stesso ministro Salvini aveva promesso di voler cambiare.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer