Economia

Superbonus, la posta in gioco: in pericolo diecimila posti di lavoro

This content has been archived. It may no longer be relevant

#economia

L’impasse sul superbonus 110% e stato tamponato con un emendamento approvato in commissione Resoconto e Finanze della Camera, che aiuterebbe a sbloccare i crediti incastrati nei cassetti fiscali delle aziende allargando la vendita a tutti i correntisti degli istituti bancari con partita Iva. Un’operazione che, come minimo per ora, eviterebbe il blocco dei cantieri. Nel match legata alla misura – varata nel 2020 con la finalità di favorire la riconversione energetica degli immobili assicurando sgravi fiscali e ora arrivata agli sgoccioli – qual e la posta in gioco a Milano? Le prime imprese in pericolo sono quelle nate proprio sull’onda del Superbonus, circa un migliaio considerando il contesto ambientale della Città metropolitana e le province di Monza-Brianza e Lodi. In bilico ci sono circa diecimila posti di lavoro, considerando che spesso i contratti cessano con la chiusura del cantiere, su un totale di all’incirca 50mila sul territorio. Un posto su 5, dunque, e appeso al filo del bonus. A tracciare la stima e John Bertazzi, vice presidente Rapporti Interni di Assimpredil-Ance Milano, Monza-Brianza e Lodi e titolare della azienda milanese Costruzioni & Immobiliare, con nove lavoratori. “Sul totale dei nostri lavori – spiega – il 45-50% e legato al Superbonus 110%. E in gioco dunque la metà del nostro fatturato,


FIGN2388->> 2022-07-02 05:08:00

Show More