Tariffe 28 giorni, se gli operatori si prendono fino al 2022 per dare i rimborsi


Tariffe 28 giorni, se gli operatori si prendono fino al 2022 per dare i rimborsi

Rassicuriamo l’utente, le norme sono dalla sua parte: bisogna vedere la delibera Agcom 269/18/CONS, del 2018. Qui, è vero, si legge che gli operatori possono spalmare su più fatture il rimborso (che l’Autorità stabilisce in termini di posticipo della decorrenza della fattura; in base al canone pagate dall’utente durante il periodo delle tariffe 28 giorni è possibile quantificare questo rimborso in denaro come storno in fattura, come fa Wind 3).

Ma anche “si ritiene adeguato fissare al 31 dicembre 2018 il termine per la completa restituzione dei giorni erosi”. In ogni caso, inoltre, l’utente ha diritto a ricevere questo rimborso anche se disdice il contratto. Wind 3, come altri operatori, riconosce questo diritto. Del resto, se così non fosse, ovvero se l’utente fosse costretto a restare con l’operatore altri due anni per riavere indietro i soldi ci sarebbe un grave pregiudizio per …

 

Tariffe 28 giorni, se gli operatori si prendono fino al 2022 per dare i rimborsi

visita la pagina