Tav, i sindaci della città metropolitana di Torino votano sì a mozione

Si sono messi in fila per sottoscrivere la proposta di mozione da sottoporre al consiglio metropolitano di Torino. La sindaca Chiara Appendino ha convocato tutti e 316 i primi cittadini dell’ex provincia, oggi città metropolitana, per discutere di Torino-Lione. E la maggioranza degli amministratori, con 167 Si, ha votato a favore del testo che sostiene la Tav. I sindaci della Valsusa, in prevalenza contrari, sono usciti dall’aula al momento del voto, mentre il Comune di Torino, rappresentato dalla sindaca che ha presieduto la seduta, non ha partecipato alla votazione.

Si tratta di un passaggio puramente politico, quello votato all’interno della Conferenza dei sindaci della Città metropolitana, che non potrà avere in nessun modo effetti sul processo di revisione messo in campo dal governo attraverso l’analisi costi-benefici, ma in tempi di mobilitazione collettiva intorno all’opera peserà anche il voto della Città metropolitana, come successe per la posizione assunta dal Comune di Torino. Nel caso del capoluogo piemontese, il voto contrario alla realizzazione dell’opera da parte della maggioranza di Palazzo di città, guidata dai Cinque Stelle ad inizio novembre, ha di fatto innescato una fase di mobilitazione intorno alla Torino-Lione che non ha precedenti.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer