Tav, Lega e M5S ai ferri corti. Garavaglia: «Opere lasciate a metà solo tra le Coree»

Dopo il monito di Matteo Salvini agli alleati di governo – «Nostro no solo agli sbarchi, adesso imporremo dei sì» – è alta tensione nel Governo sul “padre” di tutti i no dei Cinque Stelle: l’Alta Velocità Torino-Lione. Con la maggioranza in attesa della doppia analisi (quella costi-benefici e quella giuridica) al momento ancora ferma alla Struttura tecnica di missione del ministero di Danilo Toninelli. Da cui filtra soltanto una rassicurazione: «È tutto quasi pronto».

AUDIO / Tav: Garavaglia a Radio 24: unico altro tunnel lasciato a metà tra Coree

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer