Tav, Tajani: «Con il blocco in fumo 4,2 miliardi e 50mila posti di lavoro»

Il blocco della Tav « farà perdere all’Italia 300 milioni di fondi Ue già a giugno. Se poi il progetto fosse abbandonato» per sempre, «perderemmo altri 500 milioni di fondi Ue, da sommare a quelli già ricevuti, alle opere eseguite, alle penali, alla spesa per la chiusura e messa in sicurezza dei tunnel. Andrebbero in fumo – evidenzia Tajani – 4,2 miliardi. Perderemmo 50.000 posti di lavoro. Continuerebbero a circolare 4 milioni di camion, con conseguenti emissioni nocive. Resteremmo con una linea ferroviaria del 1860, e saremmo tagliati fuori dai grandi assi di comunicazione Ue, col declino di molti porti, a partire da quello di Genova». Lo ha sottolineato il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani.

GUARDA IL VIDEO – Grandi Opere al rallentatore: 8 anni persi in burocrazia. Ecco i 5 casi eclatanti

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer