Tercas, il Tribunale Ue dà ragione all’Italia: “Non ci fu aiuto di Stato”

MILANO – Il salvataggio di Banca Tercas ad opera del fondo interbancario di tutela dei depositi non può essere condsiderato un”aiuto di Stato”. Per questo motivo il Tribunale Ue ha annullato la decisione dell’antitrust Ue, che aveva erroneamente ritenuto che le misure a favore della banca Tercas nel 2014 presupponessero l’uso di risorse statali.

La vicenda

Il caso risale al 2013, quando la Banca popolare di Bari (Bpb) evidenziò l’nteresse a sottoscrivere un aumento di capitale della Banca Tercas sottoposta dal 2012 al regime dell’amministrazione straordinaria a seguito d’irregolarità constatate dalla Banca d’italia. Tra le condizioni poste dalla Bpb per tale operazione c’era la copertura da parte del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (Fitd) del deficit patrimoniale della tercas nonchè la realizzazione di una revisione dei conti della tercas. Il fitd è un consorzio di diritto…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer