Dow Jones

Tlc: giganti Usa solo partner del polo su cloud (Repubblica)



Il cloud sovrano dove migrare i dati informatici della Pubblica amministrazione sarà gestito solo da operatori italiani. Tanto che finora le cordate pronte a candidarsi al progetto, finanziato dal Pnrr con 900 milioni, sono due e autarchiche: il duo Aruba-Almaviva e il quartetto Cdp, Sogei, Tim, Leonardo.

Lo scrive La Repubblica aggiungendo che questo requisito di sicurezza ha contribuito ad allungare i tempi della gara per assegnare una concessione pluriennale per il “Psn” (Polo strategico nazionale) entro fine 2021, e partire così nel 2022. Dapprima il ministro dell’innovazione tecnologica, Vittorio Colao, aveva indicato il 30 giugno come termine per le offerte vincolanti; poi la data è slittata a metà luglio, mentre ora il sentore è che le offerte arriveranno solo dopo l’estate.

Le verifiche giuridiche di queste settimane portano infatti a escludere il ruolo diretto dei colossi Usa, soggetti al “Cloud Act” con cui dal 2018 il Senato a stelle e strisce si è avocato il diritto di conoscere dati e informazioni gestite da operatori Usa, anche all’estero. Una norma ampia ed estensiva, che riguarda anche soggetti esteri operanti negli Usa o con un rappresentante Oltreatlantico. Del problema, fondamentale, della cybersicurezza e dell’accesso ai dati si sono dunque occupati, oltre all’Agenzia pubblica omonima e al Copasir parlamentare, anche alcuni tra i migliori tecnici e legali italiani. E non sembrano esserci deroghe possibili. Tuttavia, dal ruolo degli oligopolisti statunitensi delle tecnologie non si può prescindere: il loro vantaggio competitivo nei motori di ricerca, nella crittografia e in altri ambiti porterà verosimilmente ad affidare alle varie Google (già in asse con Tim), Microsoft (alleata di Leonardo) e ad altre, ruoli di partner oppure di venditori dei servizi di elevata qualità che poi altri gestiranno per digitalizzare la burocrazia italiana. Lo stesso Piano nazionale di ripresa e resilienza, parlando del Psn, apre a una molteplicità di operatori “hyperscaler”, ossia capaci di elaborare dati su scala globale.

Dietro le quinte, sia Google sia Microsoft paiono disposti a fare passi indietro, in ossequio al Cloud Act, e rinunciare alla gestione: pur di salvaguardare la loro fetta di business in ambiti dove i veri “sovrani” sono loro.

Nelle interlocuzioni riservate tra i manager privati e i tecnici pubblici (il Psn è proprio un partenariato pubblico-privato) si studiano modalità tecniche e cautele giuridiche per non farsi risucchiare dal Cloud Act Usa. La tecnica riguarda la cosiddetta “gestione delle chiavi crittografiche”, per cui già dal 2022 dovrebbero essere disponibili sul mercato crittografie che proteggono i dati fino al chip del singolo utente. Le stanno sviluppando proprio i colossi Big tech, sperando così di evitare la perdita di volume d’affari a cui li espone la legge di tre anni fa. Tali chiavi sarebbero violabili solo da computer quantistici oggi non disponibili, o da un attacco di forza bruta che però impiegherebbe decenni a leggere i dati. Chi lavora al dossier stima che questa innovazione potrebbe rendere, di fatto, impotente l’amministrazione Usa. L’altra soluzione, di taglio giuridico, è mettere in mani italiane la gestione di tecnologie e servizi cloud comprati dagli “hyperscaler” Usa. Due modi diversi per evitare di patti bilaterali con Paesi terzi per l’accesso privilegiato ai dati da parte di giudici o politici Usa, che pure il Cloud Act prevede.

pev

(END) Dow Jones Newswires

July 29, 2021 02:52 ET (06:52 GMT)

Segnali:

Microsoft sorpassa Apple, è la più ricca del mondo
Sono loro le uniche realtà Usa nel club dei 'due trilioni'. E' la prima volta in oltre un anno che il gigante del ... cloud computing raggiungendo il 20% della quota di mercato dietro solo ...
Fatturazione in cloud: guida alla scelta fra dodici soluzioni
Personalizzazione, praticità e conti sempre sotto controllo. Sono diversi i vantaggi della fatturazione in cloud, così come le possibilità di scelta. Una rassegna di undici soluzioni, una squadra per ...
Seconda Soft Power Conference - International Soft Power: The power of Culture and Creative Industries
Soldi, terrore, petrolio" realizzata da Michele Lembo con Leonardo Bellodi (senior advisor presso la Libyan Investment Authority e secretary general del Marco Polo ... di Roma su patto di ...
The shape of the wings
Un filo di luce, la scritta sulla parete e un cucchiaio gigante permettono di Illuminare l’ambiente ... simbolo dello studio, sulla spalla del modulo contenitore, aiuta a sdrammatizzare l'ingresso all ...
The shape of the wings
Un filo di luce, la scritta sulla parete e un cucchiaio gigante permettono di Illuminare l’ambiente ... simbolo dello studio, sulla spalla del modulo contenitore, aiuta a sdrammatizzare l'ingresso all ...
Borsa: Asia in calo con tensioni Usa-Cina, giù i tecnologici
I future sull'Europa, alla vigilia della riunione della Bce, sono in rosso, mentre sono positivi quelli di Wall Street, mentre negli Usa sono attesi gli ordini di bene durevoli e dai dell'Eia su ...
Soft Power Conference - International Soft Power: the power of Culture and Creative Industries (seconda giornata, mattina)
Polo di Eccellenza Sturzo in Caltagirone), Roberto Regoli (Direttore del Dipartimento di Storia della Chiesa, Pontificia Università Gregoriana). Modera Maria Antonietta Calabrò (gironalista).
Elon Musk mantiene la parola e vende.
Il ceo di Tela si è liberato di circa 4,5 milioni di azioni - per un valore di 1,1 miliardi di dollari - come aveva promesso di fare su twitter, per pagare le tasse ...
G20. I leader del mondo oggi al lavoro per azione contro crisi climatica
a margine dei lavori del G20, tra gli sherpa Usa e quelli della Commissione europea, sull'accordo per rimuovere dazi e rappresaglie su acciaio e alluminio tra i due giganti economici.
G20, Biden a Roma da Draghi: «Si sviluppo della difesa Ue». Lungo incontro papa Francesco, poi al Quirinale da Mattarella
Il presidente Usa I riflettori sono tutti su ... Repubblica Sergio Mattarella, con il premier Mario Draghi e con il presidente francese Emmanuel Macron. Domani mattina è previsto l'inizio del ...
Parlare Futuro torna in streaming: la rassegna dedicata ai temi caldi della contemporaneità
La trasmissione è visibile in diretta tutti i lunedì di campionato su Icaro TV (canale 91 del digitale terrestre) e in diretta streaming su icaroplay.it e sulla pagina Facebook Icaro Sport . LA ...

Tlc: US giants only partner of the pole on the cloud (Repubblica)

The sovereign cloud to migrate the IT data of the Public Administration will be managed only by Italian operators. So much so that so far the consortiums ready to apply for the project, financed by the PNRR with 900 million, are two and self-sufficient: the Aruba-Almaviva duo and the Cdp quartet, Sogei, Tim, Leonardo.

La Repubblica writes it, adding that this safety requirement has contributed to lengthening the tender times to assign a multi-year concession for the "Psn" (National Strategic Pole) by the end of 2021, and thus starting in 2022. First, the Minister of Technological Innovation , Vittorio Colao, had indicated June 30 as the deadline for binding offers;