Pillole

TOP STORIES ITALIA: Snam; in 1* trim +3,8% utile, introiti oltre attese

MILANO (MF-DJ)–Snam ha chiuso il 1º trimestre con un guadagno nettoadjusted di 325 milioni di euro, in incremento di 12 milioni di euro (+3,8%)rispetto all’anno precedente, per effetto del positivo contributo dellagestione operativa e delle societá partecipate, in parte assorbito dallemaggiori imposte sul reddito.I guadagni totali ammontano a 808 milioni di euro, in incremento di 104milioni di euro (+14,8%) rispetto all’analogo periodo del 2021, esuperiore alle attese degli analisti che stimavano un incremento a 773milioni.
L’aumento e riconducibile alla crescita dei business dellatransizione energetica (+63 milioni di euro), in particolareall’efficienza energetica, e dei business regolati (+41 milioni di euro),pure grazie a proventi one-off connessi alla vendita di rimanenze amagazzino di gas di proprietá, malgrado l’effetto negativo dovuto allariduzione del WACC.L’Ebitda si e attestato a 588 milioni di euro, in incremento di 29 milionidi euro (+5,2%) per effetto, in particolar modo, della positiva performancedei business regolati (+23 milioni di euro; +4,1%).
L’impatto negativodella riduzione del WACC e stato piú che compensato dall’aumento deiricavi conseguente all’esecuzione del piano di investimenti, agli effettidella predetta vendita di rimanenze a magazzino di gas di proprietá,alla crescita dei volumi di gas trasferito nonchè a una positivaperformance dei introiti “output based”.
Il margine operativo lordo deibusiness della transizione energetica registra un incremento di 6 milioni dieuro, specialmente per il positivo contributo delle attivitánell’efficienza energetica.L’Ebit ammonta a 376 milioni di euro, in incremento di 17 milioni di euro(+4,7%) rispetto al 1º trimestre 2021.
Il predetto aumento delmargine operativo lordo e stato in parte assorbito dai maggioriammortamenti (-12 milioni di euro, pari al 6,0%) per effettoprincipalmente dell’entrata in esercizio di nuovi asset.Gli oneri finanziari netti ammontano a 29 milioni di euro, in incremento di4 milioni di euro (+16,0%) rispetto al 1º trimestre 2021.L’aumento e dovuto specialmente all’incremento del costo medio deldebito lordo che passa dallo 0,8% del 1º trimestre 2021 allo 0,9% delcorrispondente periodo di quest’anno, a causa di una minor ottimizzazione ditesoreria considerata la temporanea generazione di cassa con consistenteriduzione del capitale circolante, unita all’emissione obbligazionariadual-tranche in formato Sustainability-Linked per un totale di 1.500milioni di euro, con una durata media equivalente a 10 anni e un costo medioponderato equivalente a circa l’1,0%, marginalmente piú alto rispetto al costomedio di Snam.
L’emissione di tale strumento, effettuata nel mese digennaio per un ammontare significativo e 1ª del consistente rialzo ditassi e spread registrato nei mesi successivi, rappresenta un importantefattore di riduzione del rischio di funding previsto per il 2022.”Le stime piú recenti sull’evoluzione della domanda di gas naturale inItalia per il presente anno prevedono una flessione rispetto al 2021, inparticolare per l’effetto dell’incremento dei prezzi dell’energia nel settoreindustriale e per temperature attese meno rigide in confronto a quelleregistrate nel 2021″, ha spiegato la societá, sottolineando come”l’attivitá di ottimizzazione della struttura finanziaria condotta negliultimi 6 anni ha portato a una riduzione del costo medio del debitolordo a un valore medio al di sotto dell’1% nel 2021 rispetto al 2,4% del2016.
Le attuali condizioni di mercato e il paesaggio di tassi e creditspread si prevede potranno impattare questo livello nella rimanente partedell’anno, seppur in maniera limitata grazie al pre-funding eall’esercizio di liability management conclusi a inizio 2022″.Snam precisa di non essere “attiva nel mercato russo e non detienepartecipazioni, pure in joint venture, in societá russe”e “per ora iflussi dalla Russia continuano senza interruzioni, ma l’incertezza e iltimore di possibili implicazioni per quanto riguarda il lato degli approvvigionamenti hannoinnescato una significativa crescita dei prezzi del gas e del petrolio”.Il gruppo spiega che “TAG (societá soggetta a controllo congiunto) eGCA (societá collegata) sono le societá partecipate estere con maggioreesposizione verso forniture di gas russo attraverso contratti per iltrasporto”.In riguardo alla gestione operativa delle attivitá ricorrenti e allarealizzazione del programma di investimenti 2022, si conferma il livelloannunciato, con particolare riferimento ai business regolati, persupportare l’aumento industriale di Snam e la sicurezza del sistema.A oggi, alla luce delle informazioni disponibili e delle stime delmanagement relative alla situazione sopracitata, si prevede un impattocomplessivamente limitato rispetto ai risultati economico-patrimonialidell’anno in corso, il che consente di confermare la guidance sull’utilenetto 2022 di piu o meno 1,1 miliardi di euro, assumendo la stabilitá dellaquota in De Nora e del contributo delle consociate austriache e unadomanda gas costante.fchfchMF-DJ NEWS1211:00 mag 2022May 12, 2022 05:00 ET (09:00 GMT)

adv-fon

Show More