Torna il centro-destra, ora Salvini è al bivio

Anche la Basilicata è passata al centro-destra. Pure qui ha prevalso la voglia di cambiamento dopo un quarto di secolo di governi di centro-sinistra. L’aumento della partecipazione elettorale dal 47,6% delle precedenti amministrative al 53,5 di ieri ne è una conferma indiretta. Così come il fatto che il nuovo presidente della regione sia una figura anomala, un ex alto ufficiale della guardia di finanza a guidare un governo regionale. Per Silvio Berlusconi, che lo ha scelto, è un successo che compensa parzialmente il risultato negativo di Forza Italia. Infatti il suo partito che aveva ottenuto il 12,6 alle politiche dell’anno scorso e il 12,3 alle regionali del 2013 si è fermato al 9,1.

All’interno del centro-destra il vincitore indiscusso è la Lega di Matteo Salvini. Quella Lega Sud che anche in questa parte del Paese ha scavalcato Forza Italia, come aveva già fatto l’anno scorso la Lega Nord nelle regioni settentrionali. Con il suo 19,1 per cento ha mancato di poco il sorpasso sui Cinque Stelle che ne avrebbe fatto il primo partito in regione, come invece è successo in Abruzzo. Dopo il 27,5% ottenuto in Abruzzo e l’11,4 in Sardegna, si può dire che la Lega di Salvini sta portando avanti con successo la sua strategia sudista a spese sia di Forza Italia che del M5S.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer