Trasporto aereo, l’Ue agli Stati: “Volete i voucher? Rendeteli appetibili”


Trasporto aereo, l’Ue agli Stati: “Volete i voucher? Rendeteli appetibili”

Non una lettera di infrazione, ma una lettera di incoraggiamento. Sempre di una missiva si tratta, ma molto meno rilevante. La Commissione europea ha infatti “incoraggiato” 15 Stati membri a offrire libertà di scelta tra voucher e rimborso in denaro a chi non ha potuto prendere un treno, un aereo o una nave a causa del Coronavirus. Per voucher si intende un buono che vale il prezzo del biglietto, per volare entro un certo periodo di tempo, in genere 12 mesi. Le compagnie, soprattutto quelle aeree, ci stanno puntando forte perché è una soluzione che consente loro di tenere i soldi dei clienti in cassa e sperare che la “nottata” (cioè la crisi che sta minacciando la loro stessa esistenza), passi.

Non è chiaro se tra i 15 Paesi destinatari della lettera ci sia anche l’Italia. Di sicuro c’è che il nostro Paese, con la 27/2020

 

Trasporto aereo, l’Ue agli Stati: “Volete i voucher? Rendeteli appetibili”

visita la pagina