Tria: finora da Ue solo richiesta chiarimenti su fondo risparmiatori

ROMA (Reuters) – Finora la Commissione europea ha chiesto all’Italia solo chiarimenti sui rimborsi ai risparmiatori truffati dalle banche, senza formalizzare contestazioni.

A dirlo è il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, durante un’audizione in Senato.

“C’è solo finora una richiesta di informazioni su una serie di punti. Noi abbiamo preparato una risposta in difesa della legge, con una interpretazione che consenta di non violare le norme europee”, ha detto Tria.

La legge di Bilancio istituisce un fondo con una dotazione di 525 milioni annui nel triennio 2019-2021 a favore dei risparmiatori che hanno subito un “pregiudizio ingiusto” da banche poste in liquidazione coatta amministrativa dopo il 16 novembre 2015 e prima del primo gennaio 2018.

L’obiettivo del governo è liquidare fino al 30% del valore di acquisto delle azioni e fino al 95% del valore di acquisto delle obbligazioni subordinate, con…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer