Tria: Italia fu “ricattata” da Germania su recepimento bail-in

ROMA (Reuters) – L’Italia nel 2013 fu “praticamente ricattata” dalla Germania sull’attuazione del bail-in, secondo il ministro dell’Economia Giovanni Tria.

Il bail-in è la direttiva che impone perdite ad azionisti ed obbligazionisti subordinati di banche in crisi in caso di salvataggi a spese dello Stato.

“Credo che quando fu introdotto [il bail-in] fossero tutti contrari. Quel che so è che la Banca d’Italia si oppose in modo discreto”, ha detto Tria in audizione al Senato.

“Dalle notizie che si hanno, allora era ministro [dell’Economia Fabrizio] Saccomanni, almeno ho letto una sua dichiarazione che fu praticamente ricattato dal ministro delle Finanze tedesco, che se l’Italia non accettava si sarebbe diffusa la notizia che l’Italia non accettava perché aveva un sistema bancario in prossimo fallimento”, ha aggiunto.

Tria ha detto di essere favorevole all’abrogazione del bail…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer