Tria, “prematuro” parlare di Manovra correttiva

MILANO – Parlare di “eventuale manovra correttiva risulta alquanto prematuro a poco più di due mesi dal confronto con le istituzioni europee che hanno valutato positivamente la manovra di bilancio a seguito del negoziato”. Così il ministro dell’Economia Giovanni Tria, al question time alla Camera, sposta in là cronologicamente un possibile intervento sui conti pubblici a seguito della recessione economica nella quale è entrata l’Italia nella seconda metà del 2018, con continui segnali pesanti sulla nostria industria. Ma ormai l’argomento non si può derubricare a fantasia o a qualcosa di impensabile, almeno nelle parole del titolare del Tesoro.

“Certamente nel prossimo Def si aggiorneranno le previsioni economiche: l’aggiornamento porterà a una valutazione e alla verifica dei saldi che saranno oggetto del confronto con l’Unione europea”, ha spiegato Tria. “Sono state accantonate e rese indisponibili” risorse “per due miliardi di euro…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer