Ubi B: da Patto Brescia non ci sarà accettazione incondizionata offerta Isp (fonti)


Grafico Azioni Intesa Sanpaolo (PK) (USOTC:ISNPY)
Intraday

Oggi : Venerdì 6 Marzo 2020

Clicca qui per i Grafici di Intesa Sanpaolo (PK)

“Non ci sarà un’accettazione incondizionata dell’offerta pubblica di scambio volontaria lanciata da Intesa Sanpaolo sulla totalità delle azioni di Ubi Banca”.

E’ questa una prima conclusione a cui è giunto il Sindacato azionisti di Ubi Banca, il cosiddetto “patto dei bresciani” che aggrega circa l’8,4% del capitale dell’istituto guidato da Victor Massiah, al termine di alcune riunioni informali tenute dal Comitato di Presidenza che è quotidianamente in contatto tra i suoi membri e con gli aderenti alla formazione. Lo hanno riferito fonti accreditate a MF-Dowjones.

Una delibera ancora non c’è stata in quanto la convocazione del Comitato di Presidenza come quella dell’assemblea sono slittate a causa delle misure preventive per arginare il Coronavirus. Il presidente del Patto, Franco Polotti, coaudiuvato dai due vice-presidenti, Virginio Fidanza e Francesco Moccagatta, stimava di poter convocare l’assemblea entro la fine della prossima settimana quindi entro venerdì 13 marzo o al più tardi domenica 15, ma a causa dei decreti governativi che hanno prorogato le misure cautelative tali date sono con ogni probabilità destinate a slittare.

D’altronde l’assemblea del Patto è composta da 38 capigruppo in rappresentanza di 190 soci, numeri che richiedono una certa cautela anche in virtù dell’età media dei pattisti. Inoltre la situazione – a detta dei membri dell’accordo – non richiede l’obbligo di esprimersi in tempi “emergenziali: per noi è una maratona, non è uno sprint. Il Patto riflette quotidianamente sull’offerta, osserva i rafforzamenti delle quote e gli acquisti da parte dei soci e la esamina anche in base ai corsi di Borsa” che – sottolinea una fonte – stanno alterando gli equilibri dell’offerta e “cambiando la valutazione della banca”.

Anche alla luce di queste valutazioni, continuano i contatti informali all’interno del Patto che sta esaminando tanto gli aspetti finanziari della proposta avanzata da Intesa Sanpaolo quanto i suoi impatti industriali. La valutazione è delicata e la formazione dei pattisti continua a “esaminare tutte le opzioni” in attesa che il Prospetto informativo dell’offerta sia reso pubblico.

cce

claudia.cervini@mfdowjones.it

Lascia un commento