UBI Banca, utile 1° semestre in forte crescita


UBI Banca, utile 1° semestre in forte crescita 

UBI Banca chiude un primo semestre 2020 decisamente positivo, evidenziando una certa resilienza pure nel secondo trimestre dell’anno, in cui la banca guidata da Victor Massiah ha riportato un utile quasi stabile per 90,7 milioni di euro, nonostante il lockdown(la chiusura).

Nel primo semestre, UBI ha archiviato un utile netto di 184,3 milioni, in aumento del 38,1% rispetto all’analogo periodo del 2019, nonostante la crisi scaturita con la pandemia di Covid-19. UN risultato che sconta rettifiche di valore nette per deterioramento crediti
in favore di la clientela per 336,4 milioni di euro, rispetto ai 391,6 milioni del pèari periodo del 2019.

L’utile al netto delle poste non ricorrenti (inclusi gli effetti del lockdown(la chiusura)) è pari a 176,1 milioni, sostanzialmente stabile rispetto ai 185,8 milioni del 2019.

I proventi operativi si attestano a 1.795,6 milioni, attraverso un calo contenuto dell’1,8% rispetto al primo semestre del 2019. Il margine d’interesse si è portato a 803,4 milioni (-9,3%). Al netto degli effetti dell’IFRS9, il margine d’interesse riduce la flessione al 5,3%. Sostenuto l’andamento delle commissioni nette a 823,7 milioni (+1,3%). Il risultato della finanza ha totalizzato +95,2 milioni, in aumento rispetto ai +55,1 milioni del 2019.

La banca ha continuato a fornire il suo supporto all’economia nel secondo trimestre dell’anno, con erogazioni in accelerazione a 5,5 miliardi, perlopiù da stanziamenti a lungo termine, rispetto ai 3,9 milioni del 1° trimestre…

seguici...sullo stesso argomento